Pompa di calore

Aria, acqua e terreno come fonti di energia

Nel nostro ambiente è sempre presente energia sotto forma di calore. Con poca energia elettrica, richiesta per il funzionamento, le pompe di calore sono in grado di produrre un multiplo di energia termica.

Molto calore con poca elettricità

Una pompa di calore preleva energia dall'ambiente. Per farlo le occorre solo poca elettricità. A seconda del rendimento, la quota necessaria arriva fino a circa un quarto del fabbisogno di energia per il riscaldamento. La pompa di calore è in grado di produrre la parte restante, portando l'acqua a una temperatura utile per il riscaldamento. Almeno tre quarti dell'energia di riscaldamento sono così gratuiti, persino in inverno.

  • Argomenti in favore delle pompe di calore

    Molto calore con poca elettricità
    Le pompe di calore producono con solo un quarto di energia elettrica tutto il calore necessario. I sistemi con sonde geotermiche richiedono in parte un quantitativo di elettricità persino inferiore.

    Superficie di appoggio minima
    Le pompe di calore sono poco ingombranti; la superficie richiesta è spesso inferiore al metro quadrato. Se l'energia ambiente è prelevata dall'aria, le pompe di calore possono anche essere installate all'esterno.

    Assenza di cisterne e depositi
    Le pompe di calore non devono essere rifornite di combustibile. Per funzionare hanno solo bisogno di energia ambiente e di un allacciamento elettrico.

Maggiori informazioni sulle pompe di calore sono riportate nel nostro manuale «Produzione di calore». dove trovate anche un compendio di tutti i comuni vettori energetici e sistemi di riscaldamento per un confronto approfondito.